I am Champagne, You are Shit

don’t wake up don’t wake up

stay where you are let me watch you while you sleep so i can learn

your breathing patterns

Rebus:

7 4 1 3 8 10

L

Advertisements

I’ve Got Another Confession to Make

If this is what will really make you happy, then I’ll say that we’ll be

Old enough to know better, young enough to pretend.

I remember seeing diamonds

D’ya smash them all when you flew away?

You Are My Cannibal

Un’Estate al Freddo

Un’ estate, tempo freddo. Sette e mezza, rosso fuoco. Il profumo è anche una discesa verso casa. Il movimento della bici verso la cena. E’ quello stare fuori in pace, la pace piena. Il profumo è anche il tempo incerto dell’ attesa. Le luci spente, la radio accesa. Rispetto il sogno è pace già. Sonno, buio. Sonno, giorno. Rispetto il sogno. Un’ estate, tempo che non ho perso.

Ungiornoinunattimo

strade con assenza di luce solo il calore della carne si percepisce roventi squame tra fredde lamiere solo il vento trasporta rumori assordanti di scalzi piedi che seguono orme disegnate sul cemento puntualmente una giovane maglia fugge dallo sguardo della barricata del sesto e settimo giorno viene ancorato sul marciapiede fissando la luce che di notte crea movimento fuori la finestra si vede piatto quadrato vorrebbe essere quel nastro che si riavvolge ed invece il mattino si sporge e vede solo quel trenino chiamato caffè vedendosi già passeggero verso un’altra angoscia e di nuovo quando quella maglia verde lo soffocherà s’immergerà nel proprio fluido truculento

Riflessioni Sul Peccato

Supini nel campo, aspettiamo che il grano cresca per stare un po’ più comodi. penso di avere del tempo in più. mi fermo qui, se vuoi ascoltarmi ti aspetto.

Certe volte la mente é come un enorme campo di grano del quale non si riesce a vedere la fine. I pensieri vagano senza sosta e senza una direzione precisa, quasi come se aspettassero qualcosa o qualcuno. E’ bello poter osservare tutto ciò come se non ne facessimo parte, quasi come spettatori di un film minimalista giapponese che va avanti per ore senza mai cambiare inquadratura.

Credo che tale immagine sia rappresentativa di molte cose, ed allo stesso tempo del nulla più rassicurante: Il bacio del vento sul grano ed il calore del sole cancellano ogni ansia.